scappo col circo.

Domenica sono capitata alle giostre, erano anni che non andavo, c’era il sole e il parco pieno di gente, sembrava un telefilm sbarazzino americano, c’erano i bambini ma pochi che alle 11 del mattino non è proprio l’ora di punta.
Ho guardato le macchine e il tunnel della paura e mi sono domandata chi le fa queste gigantesche scatole rumorose? Quanto può costare un tunnel degli orrori e dove si compra, per dire? Mi sono chiesta chi sono le persone che fanno questo lavoro, anzi questa vita. Avevo visto un film documentario molto bello su questa realtà così poco conosciuta si chiama “la Pivellina”. Casomai lo volessi vedere.
Ogni scatolone ha la sua musica, tutte rigorosamente trash, il bello del luna park è anche questo.
Mi sono immaginata forse in un eccesso di ottimismo che essere genitori tiri fuori il meglio dalle persone, guardavo le facce stropicciate di giovani papà fare su e giù col bruco mela e mamme sorridenti a guardare i loro figli rimbalzare su quelle orribili ruote gonfiabili che li fanno sembrare dei buffi criceti e ho pensato proprio questo. Esclusa la musica proveniente dagli altoparlanti ,le giostre erano silenziose.
Ho pensato a quelli che ti rispondono ai messaggi dicendo che stanno sempre benissimo e mi sono chiesta perchè. Risposte me ne sono data molte non so quante siano giuste.
Mentre le giostre giravano mi è venuta in mente un amica lontana che è partita per un viaggio meraviglioso e coraggioso e mi sono ricordata che è sempre stata l’amica delle cose pazzesche e mi conquista ancora come 20 anni fa.
Passare una mattinata immersa nel sole tiepido di inizio marzo mi ha fatto fare le montagne russe anche nello stomaco e forse la magia del Luna Park è ancora quella di quando ero una bambina con un’amica piena di ricci. Forse sono ancora la bambina che sogna di scappare col circo perchè in fondo qualcosa di magico sotto quelle trappole di lamiera e i peluches strabici c’è. Ne sono sicura.giostre

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...